IN 10 ANNI 2600 MILIARDI DI DOLLARI INVESTITI NELLE RINNOVABILI

Negli ultimi dieci anni e cioè dal 2010 al 2019, gli investimenti nelle energie rinnovabili, guidati dal solare, hanno superato i 2.500 miliardi di dollari a livello globale. Sono i numeri elaborati nel rapporto “Global Trends in Renewable Energy Investment 2019” commissionato dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep) e pubblicato in vista del vertice sull’azione globale per il clima dell’Onu, il 23 settembre prossimo. La Cina è stata di gran lunga il principale investitore nella capacità di energia rinnovabile in questo decennio, avendo impegnato 758 miliardi di dollari tra il 2010 e la prima metà del 2019, con gli Stati Uniti al secondo posto a 356 miliardi di dollari e il Giappone terzo a 202 miliardi di dollari. L’Europa nel suo insieme ha investito 698 miliardi di dollari in capacità di energie rinnovabili nello stesso periodo, con la Germania che ha contribuito maggiormente, 179 miliardi, e il Regno Unito, 122 miliardi.  L’Italia si piazza al settimo posto con 82 miliardi di dollari. Nel 2018 le energie rinnovabili hanno generato il 12,9% dell’elettricità globale (rispetto all’11,6% del 2017), evitando 2 miliardi di tonnellate di emissioni di anidride carbonica. “Investire nelle energie rinnovabili vuole dire investire in un futuro sostenibile e redditizio, come ha dimostrato l’ultimo decennio di incredibile crescita delle energie rinnovabili – ha osservato Inger Andersen, direttore esecutivo del Programma ambientale delle Nazioni Unite – Ma non ci possiamo permettere di essere soddisfatti. Le emissioni del settore energetico globale sono aumentate di circa il 10% in questo periodo. È chiaro che dobbiamo accelerare rapidamente il passaggio globale alle energie rinnovabili se vogliamo raggiungere gli obiettivi internazionali in materia di clima e sviluppo“.

ALLE 14 IL CONVEGNO ENERGIA 2030. IL FUTURO DEL SETTORE ENERGETICO IN ITALIA

Si terrà presso I’Auditorium Enea (Lungotevere Thaon Di Revel, 76 – Roma) il convegno “Energia 2030. Il futuro del settore energetico in Italia“.

Nei mesi scorsi grazie al Rapporto Comuni Rinnovabili 2019 di Legambiente (vedi pdf) abbiamo appreso che su tutto il territorio,ben 3.054 Comuni sono diventati autosufficienti per i fabbisogni elettrici e 50 per quelli termici, mentre sono 41 le realtà che sono già nel futuro, perché sono già rinnovabili al 100% per tutti i fabbisogni delle famiglie. “Un modello sempre più distribuito che rappresenta una straordinaria opportunità di sviluppo locale in chiave di sostenibilità ed economica circolare, capace di aprire nuove opportunità nelle nostre città e di ridurre importazioni di gas e carbone, oltre che la spesa energetica complessiva” avevano spiegato i dirigenti di Legambiente nel corso della presentazione del Rapporto. Appuntamento dunque alle 14 per il convegno ENERGIA 2030

Programma del convegno
14:00 – 14:20 Apertura dei lavori e presentazione del progetto Maurizio Urbani
14:20 – 14,40 Presentazione dei risultati Stefano Palumbo
14:40 – 15:40 Interventi dei Discussant
Luciano Barra (Ministero dello Sviluppo Economico) Dario Di Santo (Fire) Francesco Ferrante (Kyoto Club) Diego Gavagnin (consulente) Roberto Moneta (Gse) Aldo Pizzuto (Enea) Giovanni Battista Zorzoli (Coordinamento Free)
15:40 – 17:00 Interventi degli Esperti
Luca Bragoli (Erg) Alfredo Camponeschi (Enel) Gian Piero Celata (Enea) Franco Del Manso (Unione Petrolifera) Sergio Ferraris (QualEnergia) Fabrizio Fontanesi (Engineering) Remo Giulio Vaudano (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) Roberto Venafro (Edison)
17:00 – 18:00 Dibattito con il pubblico

RAPPORTO COMUNI RINNOVABILI 2019