RAPPORTO AEA: ITALIA PRIMA IN EUROPA PER MORTI DA BIOSSIDO DI AZOTO

153 Views

Triste primato europeo per l’Italia, secondo quanto emerge dal Rapporto AEA: l’Italia è in testa alla classifica per le morti da biossido di azoto con circa 14.600 vittime all’anno, da ozono – circa 3000 – e il secondo per il particolato fine PM2,5 con 58.600 decessi (al primo posto è la Germania con 59.600 morti).

Secondo l’analisi dei rilevamenti 2016 complessivamente nell’Ue a 28 lo smog è responsabile di 372mila decessi prematuri, leggermente in calo rispetto ai 391mila del 2015. Le rilevazioni più recenti, datate 2017, vedono le concentrazioni di polveri sottili (PM2,5) più elevate in Italia e sei paesi dell’est (Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Romania e Slovacchia). Due milioni di italiani vivono in aree, soprattutto la Pianura Padana, dove i limiti Ue per i tre inquinanti principali sono violati sistematicamente. (Fonte: ANSA)