Raccolta di firme per tassare le emissioni climalteranti in Europa

177 Views

Una mobilitazione europea per raccogliere un milione di firme con l’obiettivo di fermare i cambiamenti climatici, obbligando formalmente l’Ue a fissare un prezzo minimo sulle emissioni di Co2. A questo punta “StopGlobalWarming.eu”, la campagna europea promossa dalle due realtà fondate dal Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato: Eumans! (il movimento di cittadini europei attivo sullo sviluppo sostenibile) e Science For Democracy (l’alter ego internazionale dell’Associazione Luca Coscioni, creato con Marco Perduca e attivo sulla libertà di ricerca scientifica).
Obiettivo è raccogliere on line un milione di firme entro il 20 luglio.
“Con il prezzo del petrolio ai minimi e le pressioni per rimuovere i vincoli ambientali in nome dell’uscita dalla crisi, si rischia di tornare indietro a modelli di sviluppo disastrosi per l’ambiente – dichiara Cappato -. L’Unione europea e gli Stati nazionali stanno per spendere migliaia di miliardi di soldi pubblici per uscire dalla crisi. Bisogna cogliere l’occasione per promuovere un modello di sviluppo sostenibile.
Tassare le emissioni di Co2 incentivando risparmio energetico e fonti rinnovabili è indispensabile per unire la necessità di rilancio dell’economia post-covid e la lotta al riscaldamento globale”.
Si tratta, spiega una nota, “dell’unica iniziativa formale di raccolta firme per chiedere alla Commissione Europea di elaborare una proposta legislativa per fermare il riscaldamento globale spostando le tasse dalle persone all’ambiente, e dunque tassando le emissioni di Co2 e riducendo le tasse sul lavoro.
Chi emette anidride carbonica in Europa pagherebbe un prezzo a tonnellata e il ricavato andrebbe a beneficio dei lavoratori, con una riduzione delle tasse in busta paga. In questo modo l’Unione Europea potrebbe ricavare un tesoretto di 180 miliardi di euro all’anno per ridurre la pressione fiscale sui lavoratori europei”.

Un’idea, prosegue la nota, “già avanzata da 27 Premi Nobel e 5.227 scienziati che verrà discussa al raggiungimento di un milione di adesioni e considerata lo strumento più efficace per proteggere l’ambiente e combattere il ‘Climate Change’ senza abbandonare l’economia di mercato”. La campagna di comunicazione integrata è stata lanciata in occasione della Giornata mondiale della Terra e ha registrato un primo successo con la raccolta di quasi 25.000 firme in pochi giorni, grazie anche al supporto di testimonial provenienti dal mondo della cultura e dello spettacolo. Su tutti Fedez, Nina Zilli, Mara Maionchi, Neri Marcorè, Giulia Innocenzi, Cristiana Capotondi, Gabriele Muccino, Arisa, Pif e Pierluigi Pardo. 

La seconda fase della campagna fa leva sulla giornata della Festa dell’Europa del 9 maggio, che coincide con il lancio, a livello globale, del video emozionale prodotto per StopGlobalWarming.eu dal collettivo di filmakers A Thing By. Domani, l’associazione Luca Coscioni, insieme a Eumans e Science For Democracy, ha organizzato una giornata di dialogo online tra scienza e politica, cui parteciperanno importanti personalità dei due ambiti. La giornata sarà accessibile sui suoi canali social Facebook e YouTube. (Fonte: Ansa)