PRESIDENTE ASSOAMBIENTE: IN ITALIA IL “NIMBY” BLOCCA IL SETTORE RIFIUTI

109 Views

A margine della fiera di Ecomondo, che è arrivata alla terza giornata, il Presidente di Assoambiente, Chicco Testa, ha rilasciato un’intervista all’ANSA, nella quale denuncia come il Nimby (acronimo inglese di Not In My Back Yard, ossia “non nel mio cortile”), condizioni pesantemente il settore dei rifiuti: “I mercati neri, compresi gli stoccaggi irregolari, nascono quando non c’è un’offerta di mercato regolare. C’è un deficit impiantistico, oppure gli impianti ci sono, ma sono troppo cari – ha dichiarato Testa, che ha poi spiegato che le procedure per ottenere le necessarie autorizzazioni sono troppo complesse. Non solo: secondo il Presidente di Assoambiente anche il fattore Nimby ha una forte incidenza: “C’è il nimby dei comitati ambientalisti o pseudo ambientalisti. C’è il nimby dei politici. C’è un nimby dovuto ad alcuni comportamenti scorretti di alcune imprese, che hanno gettato una luce negativa sul settore. E c’è il nimby della magistratura. Noi siamo passati da 1.000 procedimenti di argomento ambientale di dieci anni fa a 13.000 dell’anno scorso. Più del 50% si concludono con un nulla di fatto”. Chicco Testa, è anche molto critico nei confronti del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa contrario ai termovalorizzatori: “Anche se tu porti la raccolta differenziata in tutta Italia al 70%, dell’altro 30% che ne fai? Hai due sole scelte: o la discarica o il termocombustore. Io preferisco il termocombustore perché è meno inquinante della discarica. Ci sono i dati Ispra che fanno vedere che il contributo di questi impianti all’inquinamento atmosferico è trascurabile”. (Fonte: Ansa)

No comments