PRESENTATO IL 23° RAPPORTO ANNUALE COMIECO

170 Views

Presentato oggi il XXIII Rapporto Annuale di Comieco che ha fotografato la situazione della raccolta differenziata di carta e cartone in Italia. Con quasi 3,3 milioni di tonnellate di materiale cellulosico raccolto dai Comuni (+52.600 tonnellate rispetto all’anno precedente) e un pro-capite che supera i 54 kg/abitante, la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia nel 2017 è cresciuta del 1,6% rispetto al 2016. Con 10 tonnellate di macero riciclate al minuto l’Italia si conferma leader in Europa per il riciclo di carta e cartone e ci avvicinano al target di recupero e riciclo stabiliti dall’Unione Europea per il 2020 che è quello di raggiungere – entro questa data – 3,5 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte in modo differenziato. “Ognuno di noi – si legge nel Rapporto – ha fatto qualcosa in più incrementando, di quasi un chilogrammo la propria raccolta pro-capite che passa da 53,3 del 2016 a 54,2 kg dell’ultimo anno.” Interessante l’analisi di quanto avviene nelle grandi città (da Nord a Sud: Torino, Milano, Firenze, Roma, Bari,
Napoli e Palermo) che rappresentano nell’insieme poco meno del 12% degli abitanti e quasi il 14% dei rifiuti urbani prodotti in Italia: “I dati 2017 ci dicono che nel complesso la produzione di rifiuti urbani è rimasta sostanzialmente stabile (-0,2%). Contestualmente hanno guadagnato terreno le raccolte differenziate (+3,7%) a scapito dei rifiuti indifferenziati (-2,9%). Tradotto significa che oltre 60mila tonnellate di rifiuti hanno modificato il proprio destino passando dalla discarica al riciclo. Il contributo principale a questo cambiamento viene da Roma, Napoli e Palermo dove, pur con grande fatica, dei cambiamenti sono in atto anche attraverso progetti dedicati.”, Insomma, come è scritto giustamente nelle pagine finali del Rapporto è importante togliere alibi ai discepoli del “tanto poi finisce tutto in discarica”.

No comments