MENO DI UN MESE AD ECOMONDO

128 Views

Ci siamo quasi: manca meno di un mese ad Ecomondo che, come scritto sul sito della manifestazione è l’unica piattaforma in Europa a offrire un ampio programma di conferenze,workshop e seminari per presentare best practices internazionali e nuove tendenze relative ai vari settori dell’economia circolare, inclusi l’edilizia, l’imballaggio, l’elettronica e l’industria automobilistica. Alla 23esima edizione della manifestazione organizzata da Italian Exhibition Group sono attesi 1.300 espositori da 30 Paesi e visitatori da 150 Paesi. In programma 150 seminari con mille relatori. In contemporanea anche il biennale Sal.Ve, Salone del Veicolo Ecologico. Ecomondo dedica anche quest’anno un ampio programma di incontri al tema della plastica. Venerdì 8 novembre, il seminario dal titolo “End-of-waste della frazione mista degli imballaggi in plastica: nuove opportunità per la valorizzazione materica di una importante risorsa”. “Plastic-free for a healthy Mediterranean See, the Bluemed R&I Pilot”, sarà invece una tavola rotonda con gli attori chiave nella catena della plastica, per sviluppare insieme un portafoglio di azioni e misure concrete, che si terrà il 7 novembre. Ecomondo 2019 ospiterà inoltre l’annuale appuntamento degli Stati Generali della Green Economy, promossi dal Consiglio nazionale della green economy, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e il ministero dello Sviluppo Economico per un’analisi e un aggiornamento sui temi economici e normativi più attuali e cruciali. Quest’anno saranno dedicati al tema ‘Per un Green New Deal in Italia e in Europa’ con l’obiettivo di affrontare congiuntamente la crisi ambientale, a partire da quella climatica, la bassa crescita economica e la crescente disuguaglianza. Anche a Key Energy si annuncia un importante evento di apertura: Vittorio Chiesa, direttore dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, presenterà uno studio di scenario che conterrà le previsioni future, oltre che sullo sviluppo delle energie rinnovabili, anche sul processo di riqualificazione del patrimonio immobiliare e sul trend della mobilità elettrica e sostenibile, temi decisivi per affrontare in maniera adeguata la decarbonizzazione al 2030. (Fonte: AdnKronos)