IL PARLAMENTO EUROPEO VOTA GLI ACCORDI SULLE RINNOVABILI

59 Views

Nell’ambito del Pacchetto energia pulita per tutti gli europei, il Parlamento europeo ha ha confermato l’accordo provvisorio raggiunto in giugno con il Consiglio su tre importanti punti: efficienza energetica,che dovrà essere migliorata del 32,5% entro il 2030;  energie rinnovabili che dovranno rappresentare almeno il 32% del consumo finale lordo dell’UE e governance dell’Unione dell’energia, per cui ogni Stato membro dovrà presentare un “piano nazionale integrato per l’energia e il clima” decennale con obiettivi e misure nazionali entro il 31 dicembre 2019 e successivamente ogni dieci anni. Per quanto riguarda gli obiettivi in materia di efficienza energetica ed energia rinnovabile potranno essere rivisti – ma unicamente al rialzo –  entro il 2023. In base agli accordi approvati, gli Stati membri devono garantire che i cittadini abbiano il diritto di produrre energia rinnovabile per il proprio consumo, di immagazzinarla e di vendere la produzione in eccesso:  il monopolio della produzione dell’energia non sarà quindi più nelle mani di poche società. La corretta applicazione di questi accordi porterà ad un a sensibile riduzione del consumo energetico con bollette decisamente più basse. Maroš Šefčovič, vice-presidente della Commissione Ue responsabile per l’Unione energetica, ha dichiarato: “Il voto di oggi libera il reale potenziale della transizione europea verso l’energia pulita, aiutandoci a raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi e traducendosi in più posti di lavoro, bollette più basse per i consumatori e minori importazioni di energia”.

No comments