Il lockdown non ha fermato gli italiani che hanno sostenuto da casa la causa dell’Earth day

96 Views

Una partecipazione planetaria alla maratona web e streaming, con oltre 35 milioni di persone in Italia, per il 50/o anniversario della Giornata mondiale della Terra (l’Earth day) del 22 aprile sulla piattaforma #OnePeopleOnePlanet, organizzato da Earth day Italia e Movimento dei focolari.

Al centro delle celebrazioni italiane l’evento di Zucchero che dal Colosseo, illuminato di blu, ha cantato sulle note di Bono Vox degli U2 (la canzone scritta il giorno di san Patrizio per gli italiani) e la Maratona multimediale trasmessa dalle 8.00 alle 20.00 in diretta su RaiPlay e collegamenti live con numerosi programmi sulle principali reti Rai.

“Lo splendido omaggio musicale di Zucchero dedicato all’isolamento Covid – dichiara Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia – è stato pensato per unire tutti i cittadini confinati dal Covid al messaggio di speranza lanciato da Papa Francesco il 27 marzo. Piazza San Pietro e Colosseo non sono mai stati così vuoti ma allo stesso tempo così vicini e pieni di significati. Nel 50esimo Earth day il Covid ha unito le persone in una emozionante riflessione globale che speriamo possa guidarci davvero verso una ricostruzione sociale capace di restituire a tutti la felicità”.

Grazie al sostegno di Huawei è stato possibile celebrare la Giornata nonostante le rigorose restrizioni imposte dalla pandemia, consentendo all’Italia di aprire le celebrazioni con una dedica a Papa Francesco da parte di tutto il network mondiale della Ong Earth day, che conta oltre 75mila partner in 193 Paesi Onu. Tra i testimonial della manifestazione Anna Foglietta, Edoardo Leo, Giovanni Allevi, Max Pezzali, Valentina Lodovini. Tra gli ospiti della maratona il cardinale Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, Roberto Morassut, sottosegretario all’Ambiente, Enrico Giovannini, portavoce dell’ASviS, Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, Gaetano Manfredi, ministro della Ricerca e dell’università, Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione. (Fonte: Ansa)