DAL FORUM DELLA COLDIRETTI ARRIVA LA RICHIESTA DI INCENTIVI SUL BIOMETANO

200 Views

“Gli incentivi al biometano dovrebbero prevedere bonus oppure dei meccanismi in grado di premiare l’origine agro-zootecnica della materia prima e tener conto delle differenze in termini di costi di gestione rispetto all’impiego di rifiuti”: la richiesta arriva durante il Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di Coldiretti che si è svolto a Cernobbio l’11 e 12 ottobre. Per Coldiretti “anche l’applicazione delle tecnologie in grado di facilitare il trasporto del biocarburante dal luogo di produzione al luogo di distribuzione (liquefazione), da parte delle imprese agro-zootecniche che operano distanti dalla rete o dagli impianti di distribuzione, dovrebbe essere opportunamente oggetto di sostegno”. “Sfruttando gli scarti nei campi e negli allevamenti – sottolinea il presidente di Coldiretti Ettore Prandini – i mini impianti per il biometano possono arrivare a coprire fino al 12% del consumo di gas in Italia. E’ dunque necessario passare da un sistema che produce rifiuti e inquinamento verso un nuovo modello economico circolare“. Grande attenzione dunque per l’economia circolare, che trasforma gli scarti agricoli in opportunità ed un forte impegno “green” che sembra convincere la maggioranza degli italiani: il 90% concorda sul fatto che si possa fare molto per tutelare l’ambiente, il 61% si dice molto o abbastanza favorevole a sovvenzionare le rinnovabili dal fotovoltaico al biogas; sempre secondo l’indagine di Coldiretti “La svolta green degli italiani” tra le produzioni energetiche sulle quali dovrebbe puntare il nostro Paese 7 italiani su 10 (71%) si schierano per quella solare, 1/3 (32%) punterebbe sull’idroelettrico e un altro 10% sulle biomasse. E’ il 44% degli italiani che invece si impegna direttamente nella lotta al cambiamento climatico anche riducendo gli acquisti di prodotti con imballaggi eccessivi.