A ROMA DALL’11 OTTOBRE IL GREEN MOVIE FILM FEST

Dall’11 al 13 ottobre 2018, a Roma, torna l’appuntamento con il cinema che parla d’ambiente: è la sesta edizione del Green Movie Film Fest al Nuovo Cinema Aquila, tre giorni per raccontare l’incontro tra il cinema, l’ambiente e il sociale, proponendo i valori della sostenibilità. Dagli Nbt all’amianto nelle scuole, dai problemi della pesca allo sfruttamento degli animali e i controversi rapporti tra uomo, agricoltura e ambiente: ecco alcuni dei temi raccontati nel corso della manifestazione attraverso documentari e fiction. La programmazione prevede molte opere italiane a conferma di una sempre maggiore attenzione dei nostri registi ai temi dell’ecologia. La rassegna, realizzata, con il contributo della Regione Lazio, è l’occasione per vedere a Roma il meglio del cinema ambientale presentato, nel corso degli ultimi mesi, nei principali festival italiani di settore. Apre la tre giorni, giovedì 11 ottobre alle 20.30, il documentario “Gli anni Verdi” di Chiara Bellini, premiato al SiciliAmbiente Documentary Film Festival: la testimonianza di tre indomiti vecchietti che invece di godersi il meritato riposo, girano per le campagne intorno a Frosinone per difendere il proprio territorio.

(Fonte: AdnKronos)

L’11 OTTOBRE A BOLOGNA APPUNTAMENTO CON “L’ERA DEL BIOMETANO”

Si terrà a Bologna l’11 ottobre 2018 la seconda conferenza nazionale “L’era del biometano, una giornata finalizzata a raccontare non solo lo stato dell’arte del ruolo del biometano nella copertura dei fabbisogni energetici del paese, ma anche a rendere sempre più concrete le opportunità per aziende e territori“, questa la presentazione che Legambiente fa dell’importane appuntamento bolognese. Il biometano, sempre più utilizzato nel settore dei trasporti e nell’economia domestica,  accelerare la transizione verso un modello di consumo più sostenibile. E lo scorso 25 settembre, presso la Calabra Maceri, azienda specializzata nel recupero e smaltimento dei rifiuti urbani, è stato inaugurato il primo impianto del Centro-Sud in grado di trasformare 40.000 tonnellate annue di raccolta differenziata in 4,5 milioni di metri cubi di biometano annui. Quello di Calabra Maceri è il primo impianto che viene inaugurato in Italia dopo il decreto legge varato lo scorso 2 marzo dal Ministero dello Sviluppo Economico, con cui si stabilisce un sistema di incentivi per la produzione in Italia di biometano e la sua promozione nel settore dei trasporti.

2 – 3 OTTOBRE A MILANO: LE ROTTE DELLA SOSTENIBILITA’

Secondo un’analisi dell’IPSOS sempre più italiani guardano con interesse e attenzione alla sostenibilità: sono circa il 65% suddivisi tra coloro che credono nella sostenibilità e nei suoi valori e agiscono di conseguenza (15%), e coloro che si definiscono mediamente informati e attitudinalmente predisposti ad attivare comportamenti sostenibili (50%). Sono circa il 20% le persone discretamente informate ma con scarsa attitudine a comportamenti sostenibili, soprattutto perché hanno il dubbio che l’enfasi su questi temi nasconda solo finalità commerciali; ed infine ci sono gli indifferenti (15%) a cui l’argomento non interessa minimamente. Che l’attenzione alla sostenibilità sia in crescita nel nostro Paese è evidente: dal 2014 sono aumentati del 65% gli italiani che dichiarano di conoscere il significato di sostenibilità e che chiedono un impegno alle imprese, soprattutto nella comunicazione, dal momento che le persone intervistate hanno fatto presente come sia difficile per un utente capire quali siano le aziende che hanno puntato davvero sulla sostenibilità.

Di tutto questo (e di molto altro ancora) si parlerà il 2 e 3 ottobre al Salone della CSR e dell’innovazione sociale presso l’Università Bocconi di Milano: 80 eventi che vedranno protagoniste oltre 170 organizzazioni, la presenza di centinaia di relatori e migliaia di visitatori dal mondo dell’impresa, della formazione, della cultura, della società civile, in quello che è il più importante appuntamento in Italia sulla CSR e l’innovazione sociale. “Titolo di questa sesta edizione è Le rotte della sostenibilità – spiega Rossella Sobrero, del Gruppo Promotore del Salone – un titolo che si ispira al viaggio in mare ed è dedicato a chi vuole cavalcare le onde della conoscenza, arrivare alla meta e ripartire più ricco di idee, condividere il cammino con nuovi compagni, con la consapevolezza che la rotta può cambiare ma i valori rappresentano la bussola per tutte le organizzazioni responsabili. Molte sono le imprese CSR oriented incontrate nel Giro d’Italia, un viaggio in 10 tappe dal Friuli alla Calabria organizzato tra novembre 2017 e maggio 2018 – aggiunge Sobrero – E molte saranno anche quelle che parteciperanno all’edizione nazionale: quest’anno sono infatti aumentate le organizzazioni protagoniste a conferma di quanto confronto e condivisione di esperienze siano sempre più importanti”. Il ricco programma culturale del Salone si articola in 6 percorsi tematici: Circular economy, Diversity & Inclusion, Finanza responsabile, Innovation & Change, Processi e filiere sostenibili, Smart community & Smart city. All’interno di ciascun percorso saranno inseriti dibattiti, seminari e workshop, presentazioni di libri e ricerche.

 

INIZIATIVA LEGAMBIENTE “PULIAMO IL MONDO”

Il 28, 29 e 30 settembre “Puliamo il mondo” si svolgerà la manifestazione di Legambiente. Chi volesse partecipare all’iniziativa ha ancora pochi giorni per farlo: entro il 15 settembre infatti bisogna infatti  comunicare la propria adesione alla manifestazione direttamente sul sito www.puliamoilmondo.it per consentire all’organizzazione di spedire il materiale necessario per la raccolta.

MASTER IN BIOECONOMIA DEI RIFIUTI ORGANICI E DELLE BIOMASSE

Dal 05/10/2018 ore 14.30 al 05/10/2019 presso il CNR Area Ricerca Milano, via Corti 12 (Milano), si svolgerà (a pagamento) il Masters in Bioeconomia dei rifiuti organici e delle biomasse, organizzato daCnr – Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria, AMSAF (Associazione Milanese Laureati in Scienze agrarie e in Scienze Forestali), CIC (Consorzio Italiano Compostatori), I candidati devono essere preferibilmente in possesso dei seguenti requisiti:
Lauree triennali e magistrali della Facoltà di Agraria, Scienze Forestali e Veterinaria; Lauree triennali e magistrali di Biologia, Biotecnologie, Scienze Naturali, Ecologia, Scienze e Tecnologie per l’Ambiente, Chimica. Lauree triennali e magistrali di Ingegneria Ambientale, Chimica e Meccanica. Il percorso didattico è orientato alle richieste del mercato del lavoro e della ricerca: numerosi sono infatti i casi di studio affrontati e i momenti di incontro con le aziende, le istituzioni e le associazioni del settore; una significativa opportunità di confronto con la realtà professionale è, inoltre, rappresentata dallo sviluppo di un progetto, che permette di applicare concretamente gli strumenti operativi appresi e apre opportunità di stage. Gli sbocchi professionali sono molteplici: dalle imprese nazionali e internazionali interessate all’efficienza energetica, agli istituti di credito, ai soggetti istituzionali deputati alla regolazione del settore, alle società di consulenza ed ai centri di ricerca specialistici. Il Master favorisce i rapporti con il sistema produttivo anche presentando i curriculum dei partecipanti alle imprese interessate.

Per info: Silvana Castelli 0223699420 – castelli@ibba.cnr.it

PREMIO NAZIONALE START UP ECONOMIA CIRCOLARE

Al via la prima edizione del Premio Nazionale Startup Economia Circolare: il Premio è rivolto a tutte le startup italiane che sviluppano progetti e attività ispirate ai principi dell’economia circolare. Possono partecipare imprese startup formalmente costituite nel corso dei quattro anni precedenti la data di presentazione della domanda e che operano nei settori indicati nel regolamento per il Premio. Le candidature verranno esaminate da un’apposita Commissione di esperti sulla base di criteri stabiliti nel Regolamento del Premio: efficacia dei risultati ambientali attesi, con particolare riferimento ai principi dell’economia circolare; contenuto innovativo; potenziali risultati economici; possibilità di diffusione sia in Italia che all’estero. La giuria selezionerà 10 startup a cui verrà consegnato un apposito attestato. Saranno premiate 3 delle 10 startup selezionate a cui verrà assegnata una targa di riconoscimento nonché la possibilità di aderire a titolo gratuito al Circular Economy Network quale importante sede di collaborazione, di confronto e di crescita. Il regolamento e tutte le informazioni necessarie per partecipare al premio sono sul sito www.circulareconomynetwork.it.

 

BIOGAS SCIENCE 2018: APPUNTAMENTO A TORINO DAL 17 AL 19 SETTEMBRE

Dopo le edizioni che si sono svolte in Germania, Austria e Ungheria, approda in Italia la Conferenza Biogas Science, che si terrà a Torino, dal 17 al 19 settembre presso il Centro Congressi del Lingotto. Organizzata dal Dipartimento Scienza Agrarie Forestali e Alimentari (DISAFA), la Conferenza non solo affronterà molti argomenti – dalla microbiologia alla produzione e utilizzazione del biogas – ma sarà un’occasione per creare reti tra settori dell’industria, della ricerca e della produzione. Per tutte le informazioni logistiche è possibile collegarsi sul sito dell’organizzazione

ECOMONDO: IL PROGRAMMA DEGLI STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY

Come si legge sul sito di ECOMONDO: “Gli Stati Generali della Green Economy, promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy, formato da 66 organizzazioni di imprese, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo economico, ospitati ogni anno da Ecomondo, giungono quest’anno alla loro settima edizione”. Per noi è un appuntamento molto importante, al quale non solo – come sempre – parteciperemo, ma che seguiremo con grande attenzione. Questo è il programma provvisorio:

6 novembre 2018

  • Sessione di apertura 
    10.30-13.30, sala Neri, Hall Sud

    Presentazione della 4° Relazione sullo stato della green economy e delle Priorità della green economy per questa legislatura

  • Sessioni tematiche parallele 
    15.00-18.00

    Le Green City come acceleratore per la transizione alla green economy. Presentazione delle best practice*

    Le nuove Direttive europee Rifiuti e Circular economy: indicazioni per il recepimento*

    Il Piano Nazionale energia e clima: maggiore impegno dagli stati membri per i prossimi 10 anni*

    Less, electric, green and shared: la mobilità del presente verso la mobilità del futuro*

    Misure per la Green Economy in agricoltura nella nuova PAC*

*Titoli provvisori

7 novembre 2018

  • Sessione conclusiva 
    9.30-13.00, sala Neri 1, Hall Sud