BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI: DAL 2021 STOP AI PRESTITI PER LE FONTI FOSSILI

70 Views

Secondo il quotidiano inglese Guardian a partire dal 2021 la BEI (Banca europea per gli investimenti) non concederà finanziamenti a progetti energetici nel settore dei combustibili fossili. La Bei vuole invece concentrare i suoi investimenti di lungo periodo su progetti in linea con l’obiettivo dell’accordo di Parigi che prevede di limitare a 1,5 gradi l’aumento di temperatura rispetto ai livelli del 1990.  “Questa transizione a lungo termine verso fonti di energia più ecologiche è profonda. Occorre solidarietà per assicurare che i gruppi o le regioni potenzialmente vulnerabili ricevano il supporto di cui hanno bisogno“ si legge nel documento in possesso del giornale britannico. La BEI è l’istituzione finanziaria dell’Unione europea creata nel 1957 per finanziare gli investimenti atti a sostenere gli obiettivi politici dell’Unione. Le risorse della Banca sono costituite, in primo luogo, dal capitale sottoscritto dagli Stati membri che, attraverso i rispettivi Ministri delle Finanze, ne controllano il Consiglio. La Banca europea ha comunicato che già attualmente meno del 5 per cento dei suoi prestiti vada a favore di progetti fossili. Facile per prevedere che la proposta non verrà accolta favorevolmente da quegli Stati dell’Unione europea ancora fortemente dipendenti dal carbone.